Alla Ricerca delle Espressioni Idiomatiche, Pt. III: Le Inglesi

La mia caccia è tutt’altro che finita, ma questo è il terzo e ultimo capitolo della Trilogia delle Espressioni Idiomatiche.
Ormai mesi addietro, in seguito a uno dei miei imbarazzanti e inutili tentativi di tradurre un’espressione prettamente italiana, espressi con una punta di frustrazione l’idea che l’italiano fosse una lingua molto più espressiva, appunto. Prima che qualche paladino dell’inglese si alzi indignato accusandomi di eresia, sappiate che il mio interlocutore convenne amabilmente. Sono io che, nel corso di questa eroica avventura linguistica, ho scoperto frasi prive di una gemella italiana ed è quindi giunto il momento di rendervi onore.

That’s the way the cookie crumbles: il senso è “così stanno le cose”, letteralmente “il biscotto si sbriciola così”. Molto appropriato, considerata la quantità di biscotti che questa nazione ingerisce annualmente, senza contare i Dark Chocolate Digestive, per i quali ci sono io ad alzare considerevolmente la media.

Not my cup of tea: si usa per indicare che qualcosa non è il nostro genere. Fonde la bevanda inglese per eccellenza, con una problematica reale: ogni Brits prende il tè in maniera diversa, chi con il latte, chi con lo zucchero, chi con tutti e due, chi spiaccica la bustina nell’acqua e poi la butta e chi invece ama lasciarla in ammollo… E altre varianti che mi fanno venire l’ansia da prestazione ogni volta che mi offro di preparare il tè a un indigeno.

One drink for the road: mettiamo che siate al pub, l’ora è tarda ma uno dei vostri compagni di bevute propone un altro giro. Con ogni probabilità accetterete ma specificando che è “per la strada”, ovvero l’ultimo prima di rimettersi in viaggio. Per carità che non succeda di essere sobri per strada, meglio scolarsi un’ultima dose di alcol prima di lasciare il pub in cui si è rimasti seduti per le ultime sei ore!

Advertisements

2 thoughts on “Alla Ricerca delle Espressioni Idiomatiche, Pt. III: Le Inglesi

  1. Sono Moldavo e vivo in Italia da quando avevo dieci anni. Non posso che confermare. A volte vorrei, anzi che dico, lo desidero intensamente, poter tradurre (o almeno dare un’idea) una frase idiomatica Moldava in Italiano e vice versa. Semplicemente queste semplici frasi fanno parte di una cultura e, a volte, riescono meglio ad esprimere una situazione.

    Like

    1. Sono Contenta che ti riconosci in quello che dico e che non sono l’unica ad avere queste difficoltà. Peraltro mi metterò il cuore in pace, visto che capita anche a chi è bilingue dall’infazia 😉

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s