Shock Culturale da Ritorno

Tornare in Italia significa tante cose: essere a casa e quindi venir coccolata da mamma, papà e famigliari vari, come è giusto e doveroso; ingozzarsi di focaccine, prosciutto crudo e gelato (non necessariamente in quest’ordine, spesso e volentieri insieme) come se mi stessi preparando a posare per Rubens; rivedere le amiche di sempre, diventare un po’ sentimentali, ridere tanto e ridere forte, per sopperire ai mesi in cui le risate venivano scatenate da messaggi Whatsapp e quindi, per decenza, venivano emesse in sordina. Tornare in Italia è emotivamente rassicurante.

Dal punto di vista linguistico, però, rimettere piede sul suolo natio comporta uno shock. Ciò che ti sciocca è che capisci tutto. Ogni cartello che leggi, ogni conversazione che origli ti entra direttamente nel cervello, senza passare attraverso alcun tipo di filtro. Perché per quanto bilingue tu possa essere, l’approccio al seconda idioma comporta sempre un minimo di sforzo, come se le rotelline del cervello dovessero fare un giro in più del necessario. In Italia, al contrario, ti sembra di essere un supereroe o uno di quei geni con la memoria fotografica che guardano una pagina di libro e BAM, l’hanno letta tutta.

Tornare in Italia significa sottoporsi a un bombardamento di stimoli continuo, che ti fastorna, ti confonde, un po’ ti spossa un po’ ti euforizza. Per cui scusatemi, tornerò a mangiare focaccine imbottite di gelato, per festeggiare e recuperare le energie!

Advertisements

4 thoughts on “Shock Culturale da Ritorno

  1. Beh, è consolante sapere che capiti anche ai bilingue!
    A me succede dopo appena una settimana passata all’estero. In effetti, con un inglese arrugginito come il mio, le rotelle del mio cervello devono fare non uno, ma parecchi giri in più!!! 😀
    Bentornata in Italia, comunque! Ah, siamo sempre il Paese delle Banane, se mai ti venisse il dubbio, eh eh…

    Like

    1. Il bello è che la fase di passaggio accade sia quando torni che quando riparti, quindi i primi giorni, sia in un paese che nell’altro sono sempre un po’ disorientata! 😀

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s